Vai al contenuto
Scopri le recensioni dei nostri clienti, clicca QUI
Scopri le recensioni dei nostri clienti, clicca QUI
Bambini e digitale

Bambini e digitale: qualche (giusto) limite

Il digitale è presente anche nel gioco: moltissime sono le tecnologie con cui i bambini hanno a che fare ogni giorno. Ma un utilizzo esagerato può far perdere stimoli e spunti di crescita importanti

Pensare di vivere (e crescere) senza digitale è, ormai, sognare: le tecnologie hanno reso la nostra vita più facile, acquisendo passo dopo passo sempre più importanza fino a diventare indispensabili.

Pian piano, quasi senza accorgercene, il mondo digitale, le tecnologie portatili, la rete, sono entrati prima nel nostro immaginario e nel nostro quotidiano, sostituendo (o facendo evolvere) la manualità.

Anche il mondo dei giochi e dei giocattoli è cambiato: dalla rivoluzione della Playstation e delle varie console da gaming, passando per il PC (prima vera e propria piattaforma) ed il Game Boy (il mitico successo della Nintendo), fino ai più moderni tablet, che con centinaia di app permettono di divertirsi in tanti modi diversi.

Digitale sì, ma senza esagerare

Va da sé che impedire ai nostri figli di vivere il digitale day-by-day è impossibile: alla fine, più passa il tempo, più aumentano le tecnologie e più loro diventeranno i nativi digitali di oggi e (soprattutto) di domani.

Le comodità del gioco digitale sono molteplici: basta poco tempo per un setting adeguato ed è subito divertimento! I bambini possono giocare ed imparare, via via scoprendo come adoperare meglio il device di riferimento (sia un tablet, un pc, ma anche uno smartphone).

Ma non è tutto oro quel che luccica: perdere il contatto con il gioco, perdere manualità e abitudine all’utilizzo di qualcosa di fisico (o sarebbe il caso di dire analogico?) o, peggio, non permetterne lo sviluppo, può essere debilitante per lo sviluppo cognitivo dei bambini, e la crescita della loro creatività ed immaginazione.

Qualche limite può far bene

In un mare di stimoli digitali, potrebbe essere giusto seguire la strada della gradualità nell’approccio alla tecnologia da parte dei bambini. Vietare sarebbe una scelta miope e limitante, come, allo stesso modo, permettere un utilizzo dei device costante e privo di limiti.

Un utilizzo limitato ad alcune ore del giorno in favore di attività manuali è la scelta migliore, bilanciando così la crescita tecnologica con lo sviluppo delle abilità pratiche e creative, ad esempio attraverso giochi di costruzione che supportano da subito i bambini nello sviluppo delle abilità matematiche precoci e del ragionamento spazio-temporale.

Alcuni esempi di giochi di costruzione li trovate qui:
Costruzioni per Bambini — Mornati Paglia

Questi possono aiutare in nostri figli a tenere alta la voglia di scoprire in autonomia il mondo che li circonda: giocando, naturalmente!

Rimani aggiornato e seguici sui nostri canali social:
- Facebook: Mornati Paglia
- Instagram: @mornatipaglia
Prossimo articolo Harry Potter Day, il giorno del mago più famoso del mondo