Vai al contenuto
Scopri le recensioni dei nostri clienti, clicca QUI
Scopri le recensioni dei nostri clienti, clicca QUI
Inside Out 2: il ritorno di Riley e le sue emozioni

Inside Out 2: il ritorno di Riley e le sue emozioni

Inside Out 2 è uscito anche in Italia: Riley e le sue emozioni sono tornati sul grande schermo, per un nuovo fantastico racconto. Ma com’era andata la prima volta?

Inside Out 2 è uscito qualche settimana fa nelle sale cinematografiche: si tratta di un gradito ritorno sul grande schermo, con Riley e le sue emozioni che ci avevano fatto (sic!) emozionare nell’ormai lontano 2015.

Inside Out era stato un successo, non solo di botteghino. Infatti, in maniera leggera ma anche profonda, il film era riuscito a portare al centro dell’attenzione un tema complesso e spesso sottovalutato: la psicologia infantile, ciò che i nostri ragazzi pensano nelle fasi più delicate della vita.

Inside Out 2: e ora?

In Inside Out 2, vediamo la nostra Riley cresciuta, con le sue emozioni già protagoniste del primo film (Gioia, Tristezza, Rabbia, Paura e Disgusto) pronte ad affrontare un nuovo, importantissimo, periodo: l’adolescenza. E se tutto all’inizio sembra uguale al precedente titolo, ecco il colpo di scena: il quadro di controllo si allarga, per far spazio a nuove emozioni! Ennui, Imbarazzo, Invidia, Ansia e Nostalgia saranno nuovi compagni di viaggio: come sarà andata?

Inside Out: il primo capitolo

Nel primo film Inside Out avevamo invece fatto conoscenza degli aspetti più “basilari” del carattere della nostra Riley, divertendoci con le avventure delle emozioni che, però, sono anche le nostre.

Il primo viaggio di Riley rappresentava un po’ il viaggio di tutti noi, fra amici immaginari, primi momenti di tristezza, e la costruzione dei primi, veri, ricordi della vita.

L’allegria del film ci aveva aiutato molto ad approfondire un tema che, spesso, i grandi dimenticano: le emozioni, specialmente quelle dei nostri piccoli, non sono mai da dare per scontate.

Chissà a quanti “grandi” è servito Inside Out!

 

Rimani aggiornato e seguici sui nostri canali social:
- Facebook: Mornati Paglia
- Instagram: @mornatipaglia

Prossimo articolo Bambini e digitale: qualche (giusto) limite